sabato 25 luglio 2020

Mochila Wayuu Bag

Mentre facevo ricerche sulla tecnica del Tapestry Crochet, mi sono imbattuta nella "Mochila Wayuu Bag", ed è stato amore a prima vista. Occorre fare una premessa per spiegare il perché del mio interesse. Le Mochila Wayuu nascono come borse a secchiello, ecco spiegato il nome mochila che è una variazione spagnola per indicare zaino. Vengono prodotte dalle donne della tribù Wayuu, un gruppo indigeno che vive al confine tra la Colombia e il Venezuela. La loro particolarità risiede nel fatto che vengono realizzate interamente a mano, usando colori vivaci e creando geometrie complicate, la legenda narra di un ragno che avrebbe insegnato alle donne come creare i disegni sulle borse, guidando le loro mani. Quindi sono una vera esplosione di colori e motivi geometrici e rappresentano la cultura, la tradizione, la storia, la spiritualità colombiana.
Tutto ciò mi ha colpito e affascinato, tanto che ne ho voluto creare una tutta mia, mi sono messa alla ricerca di un motivo adatto a me, ho studiato una combinazione di colori, ed ecco la mia mochila wayuu bag.
Ho usato 4 gomitoli di Perlina (2 neri, 1 sabbia e 1 giallo) e un uncinetto da 2,1mm, posso dire che questa microfibra della miss tricot  si è prestata benissimo a questo tipo di lavorazione.








Oltre la tecnica del Tapestry Crochet, mi sono studiata la tecnica giapponese del Kumihimo per realizzare un cordoncino abbastanza rigido e anch'esso con motivi geometrici. 

2 commenti:

Rosa ha detto...

Non ho parole...solo queste: questa borsa è un ca-po-la-vo-ro!!!

silvana ha detto...

Ma grazieee